Perché non puoi credere ai tuoi occhi?

Ognuno di noi almeno una volta ha sperimentato una visione improvvisa: tutti i fatti ben noti, come i dettagli del puzzle, sono formati in una grande immagine, che non avevamo notato prima. Il mondo non è affatto lo stesso di. E una persona cara è un ingannatore. Perché non notiamo fatti ovvi e crediamo solo a ciò in cui vogliamo credere?

Il rilevamento è associato a scoperte spiacevoli: tradimento, tradimento di un amico, inganno di una persona cara. Scorriamo i dipinti dal passato ancora e ancora e siamo perplessi – tutti i fatti erano davanti ai miei occhi perché non avevo notato nulla prima? Ci accusiamo di ingenuità e disattenzione, ma non hanno nulla a che fare con. Il motivo sono i meccanismi del nostro cervello e della nostra psiche.

Il cervello chiaroveggente

La causa della cecità delle informazioni sta a livello di neurobiologia. Il cervello deve affrontare un’enorme quantità di informazioni sensoriali, che devono essere efficacemente elaborate. Per ottimizzare il processo, progetta costantemente modelli del mondo sulla base della precedente esperienza. Pertanto, le risorse cerebrali limitate si concentrano sull’elaborazione di nuove informazioni che non si adattano al suo modello 1 .

Gli psicologi dell’Università della California hanno condotto un esperimento. Ai partecipanti è stato chiesto di ricordare come appare il logo di Apple. Sono stati assegnati due compiti ai volontari: disegnare un logo da un foglio pulito e scegliere la risposta corretta da diverse opzioni con piccole differenze. Solo uno degli 85 partecipanti all’esperimento ha affrontato il primo compito. La seconda attività ha completato correttamente meno della metà dei soggetti 2 .

I loghi sono sempre riconoscibili. Tuttavia, i partecipanti all’esperimento non potrebbero riprodurre correttamente il logo, nonostante il fatto che la maggior parte di essi utilizzi attivamente i prodotti Apple. Ma il logo ha attirato così spesso gli occhi che il cervello smette di prestare attenzione e ricordare i dettagli.

Ricordiamo “ciò che è utile ricordare al momento e anche” dimenticare “le informazioni inappropriate

Quindi ci mancano importanti dettagli sulla vita personale. Se una persona cara spesso indugia al lavoro o va in viaggio di lavoro, la partenza o il ritardo extra non causano sospetti.

Affinché il cervello prestasse attenzione a queste informazioni e regoli il suo modello di realtà, dovrebbe accadere qualcosa di normale, mentre un segnali allarmanti è stato a lungo evidente per le persone da parte.

Fatti di fatti

La seconda ragione per la cecità delle informazioni sta in psicologia. Daniel Gilbert, professore di psicologia all’Università di Harvard, avverte – Le persone tendono a strangolare i fatti per preservare l’immagine desiderata del mondo. Ecco come funziona il meccanismo protettivo della nostra psiche 3 . Di fronte a informazioni contrastanti, diamo inconsciamente la preferenza ai fatti che corrispondono al nostro quadro del mondo e scartiamo i dati che li contraddicono.

I partecipanti all’esperimento sono stati segnalati che hanno scarsamente affrontato il test delle capacità intellettuali. Dopodiché, gli è stata data l’opportunità di conoscere articoli su questo argomento. I soggetti hanno trascorso più tempo a leggere articoli che non hanno messo in discussione la loro capacità, ma l’affidabilità di tali test. Articoli che confermano l’affidabilità dei test, i partecipanti privati ​​dell’attenzione 4 .

I soggetti si sono considerati intelligenti, quindi il meccanismo protettivo li ha fatti concentrarsi sui dati sull’imprecisione dei test – per mantenere il solito quadro del mondo.

Avendo preso qualsiasi decisione per acquistare un’auto di un certo marchio, per ottenere un bambino, per lasciare il lavoro, iniziamo a studiare attivamente le informazioni che rafforzano la nostra fiducia nella decisione e ignorano gli articoli che indicano i suoi punti deboli. Inoltre, estraiamo selettivamente fatti adatti non solo dalle riviste, ma anche dalla nostra memoria. Ricordiamo “ciò che è utile ricordare al momento e anche” dimenticare “le informazioni inappropriate.

Il rifiuto dell’ovvio

Alcuni fatti sono troppo ovvi per ignorarli. Ma il meccanismo di protezione affronta questo. Fatti – Solo ipotesi che soddisfano determinati standard di affidabilità. Se alzi la barra dell’affidabilità troppo in alto, non sarà possibile dimostrare anche il fatto della nostra esistenza. È questo trucco che usiamo quando incontriamo fatti spiacevoli che non possono essere persi.

Ai partecipanti all’esperimento sono stati mostrati estratti di due studi, che hanno analizzato l’efficacia della punizione più alta. Il primo studio ha confrontato il tasso di criminalità tra gli stati in cui viene applicata la pena di morte e quelli in cui non esiste. Il secondo studio ha confrontato il tasso di criminalità in uno stato prima e dopo l’introduzione della pena di morte. I partecipanti hanno riconosciuto lo studio più corretto, i cui risultati hanno confermato le loro opinioni personali. Lo studio con risultati opposti ha criticato la metodologia errata 5 .

Когда факты противоречат желаемой к кат ни мира, ыы дотошно их ззччч и с сттж цте è ценивае9. Quando vogliamo credere in qualcosa, una piccola conferma è sufficiente. Quando non vogliamo credere, sono necessarie molte più prove per convincerci. Se stiamo parlando degli eventi di svolta di una vita personale – il tradimento di una persona cara o il tradimento di una persona cara – il rifiuto dell’ovvio cresce su una scala incredibile. Gli psicologi Jennifer Freyd e Pamela Birrell nel libro “Psicologia del tradimento e del tradimento” danno esempi dalla pratica psicoterapica personale quando le donne si sono rifiutate di notare il tradimento di suo marito, che si è svolto quasi davanti ai loro occhi. Psicologi chiamati questo fenomeno – cecità al tradimento 6 .

Il percorso verso l’intuizione

La consapevolezza delle loro paure di limitazione. Non possiamo letteralmente credere anche ai nostri occhi: notano solo ciò che il cervello vuole trovare. Tuttavia, se siamo a conoscenza della distorsione della nostra visione del mondo, possiamo rendere un quadro della realtà più chiaro e affidabile.

Ricorda: il cervello modifica la realtà. La nostra idea del mondo è una miscela di realtà grave e piacevoli illusioni. È impossibile separarsi l’uno dall’altro. La nostra idea di realtà è sempre distorta, anche se sembra credibile.

Studia brutti punti di vista. Non possiamo cambiare il meccanismo della funzione cerebrale, ma nel nostro potere di regolare il comportamento cosciente. Per formare un’opinione più obiettiva su qualsiasi questione, non fare affidamento sugli argomenti dei tuoi sostenitori. Meglio leggere attentamente le idee degli avversari.

Evita i doppi standard. Cerchiamo intuitivamente di giustificare la persona che è carina per noi o confutare i fatti che non ci piacciono. Cerca di utilizzare gli stessi criteri per valutare persone, eventi e fenomeni sia piacevoli che spiacevoli.